Share with your friends










Inviare
  • es
  • it
novembre 11, 2016 at 11:00 am

Dubai si da allo street art

Dubai si da allo street art

Dubai Street Art

Parliamoci chiaro, non avrei mai immaginato di mettere nella stessa frase “Dubai” e “street art”, e ancora meno avrei pensato di farmi tutta la città da nord a sud alla ricerca di graffiti da fotografare. Ma una cosa bisogna lasciargliela a Dubai, è una città con un sacco di assi nella manica e sa come sorprendere. Eccomi quindi pronto a disegnare la cartina dell’arte urbano di Dubai e a fare l’inventario delle opere migliori.

Non stiamo parlando di Berlino o di San Francisco e la città non subirà di certo la trasformazione che ha toccato a Penang, in Malesia, grazie ai murales che decorano le sue mura, ma i disegni che si possono vedere a Dubai sono tutti di ottimo livello. La cosa curiosa è che lo street art è illegale negli Emirati Arabi, ma grazie a diverse iniziative pubbliche e private, i migliori artisti del mondo hanno la possibilità di esprimere la loro arte anche qui nel deserto. Fra qualche mese, per esempio, avrà luogo la terza edizione del Dubai Canvas Festival, un evento dedicato ai graffiti in 3D. Alcuni dei lavori delle prime due edizioni sono ancora visibili lungo il The Walk di JBR, ma la maggior parte, sfortunatamente, sono rimasti in città solo durante i giorni del festival. Volete un altro esempio? Il 30 di novembre del 214, oltre 150 artisti crearono il graffito più lungo del mondo per festeggiare il 43esimo anniversario del Paese. L’opera misurava 2’245,4 metri e raffigurava la storia delle nazione. Progetti incentrati sull’arte urbano prendono vita sempre più di frequente in città e non è più così strano scovare qualche mural addirittura in zona storiche come Al Bastakiya.

Qualcuno potrà storcere il naso di fronte a questa normalizzazione di un’arte trasgressivo e illegale per antonomasia, ma il risultato è davvero notevole e in questo modo Dubai sta saggiamente inserendo lo street art nella sua geografia. In fin dei conti, anche i famosi graffiti di Penang di cui parlavo prima sono nati grazie ad un’iniziativa della città e sono riusciti a rivitalizzare tutto l’ambiente.

 

 

Mappa dello street art di Dubai

 

Al Karama

Uno dei quartieri storici degli acquisti a buon mercato e dei ristoranti indiani ha ricevuto un soffio di aria fresca quest’estate. Un gruppo di artisti –locali e stranieri- ha infatti decorato le facciate di 12 edifici con 24 enormi graffiti. Le opere, sponsorizzate dalla Wasl Properties, hanno stili diversi che vanno dal 3D all’astratto.

_dsc0292

_dsc0273

_dsc0278

_dsc0283

_dsc0286

_dsc0291

_dsc0272

_dsc0268

_dsc0267

Clicca qui per vedere sulla cartina dove si trovano i graffiti

 

 

Al Fahidi Historical Neighbourhood

Se è difficile credere che a Dubai esista un movimento di artisti “underground”, immaginatevi la sorpresa di scovare graffiti nel centro storico di Al Bastakiya. Perdendosi tra le viuzze all’ombra delle torri del vento mi sono trovato faccia a faccia con un lavoro dell’artista spagnolo Rubén Sánchez e con un paio di altri suggestivi graffiti di cui non conosco l’autore.

_dsc0312

_dsc0317

_dsc0325

Clicca qui per vedere sulla cartina dove si trovano i graffiti

 

 

The Dubai Walls

Nei primi mesi di quest’anno, 16 artisti di livello mondiale hanno dato vita al “Dubai Walls”, un’iniziativa incentrata sulla promozione dell’arte di strada in Medio Oriente. Il risultato, notevolissimo, si può ammirare al City Walk, tra i negozi del centro commerciale all’aperto. I graffiti che mi hanno colpito maggiormente sono il ritratto della donna africana di Rone –un artista australiano che ho scoperto l’estate scorsa in Malesia-, le ragazze con il velo fatto di uccelli di Icy y Sot – due profughi iraniani che ora vivono a New York- e il ritratto del beduino scolpito in una parete di Vhils – un artista portoghese.

_dsc0053

_dsc0007

_dsc0027

_dsc0029

_dsc0033

_dsc0035

_dsc0059

_dsc0060

Clicca qui per vedere sulla cartina dove si trovano i graffiti

 

 

JBR

Penso che ormai sia chiaro, a Dubai lo street art si trova dove meno te lo aspetti. Così, non sorprende più di tanto che il lungomare di JBR, una tranquilla passeggiata tra i grattacieli di Dubai Marina, hotel cari e la spiaggia, sia pieno di graffiti. Questa è la location in cui si svolge il Dubai Canvas Festival di cui vi parlavo nell’introduzione. Le opere in 3D delle scorse edizioni che ho visto in Internet sono semplicemente incredibili, ma purtroppo la maggior parte non è più qui. Restano però almeno una decina di murales permanenti che meritano una foto.

img_2260

_dsc0068

_dsc0046

_dsc0027-2

_dsc0015

_dsc0018

_dsc0023

_dsc0035-2

_dsc0025

Clicca qui per vedere sulla cartina dove si trovano i graffiti

 

 

Lo street art è per sua stesa natura un soffio di vita effimero, una pennellata di colore nella routine quotidiana. Come nasce, muore. Creare una cartina dell’arte urbano di una città significa mantenere gli occhi aperti e aggiornare continuamente i punti che la compongono. E lo stesso vale per questo post che cercherò di aggiornare ogni qualvolta scopri un’opera nuova.

Share with your friends










Inviare
0 likes Emirati Arabi Uniti , Fotopost # , , , , , , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *